Facebook è un killer
Consigli di scrittura libertina / 18 febbraio 2016

Conoscete la Nativi Digitali Edizioni? Scommetto di sì. Ci scommetto anche perché questa piccola casa editrice che pubblica narrativa, fantasy, storie di viaggio e piccoli saggi, partecipa a molti eventi di editoria digitale ed è attivissima sui social network. Avete presente quelle case editrici che dormono sugli allori della loro buona fama e quando esce un libro, anche se è un capolavoro, si limitano a un paio di striminziti comunicati stampa? Ecco i tipi di Nativi Digitali sono diversi. Loro si fanno un mazzo così per promuovere gli autori, ma trovano anche il tempo di offrirci molteplici spunti di riflessione sul futuro del libro (anzi dell’ebook) con intelligenza ed ironia. La stessa ironia che troviamo nel saggio umoristico Facebook killed the Internet Star di Marco “Frullo” Frullanti, che non è solo un bravo autore ma è anche il boss della Nativi Digitali Edizioni. Internet non ti rende più stupido, rende solo la tua stupidità più evidente al resto del mondo Anno 2000: internet è usato da nerd incalliti per discutere di tecnologia e videogiochi, e per scaricare pornazzi. Anno 2016: internet è usato da cani e porci per pubblicare foto di gattini o per stalkerare i conoscenti. E per vedere…