La dinamica erotica: azione, motivazione, conflitto
Racconti e Frammenti / 13 dicembre 2017

La narrativa erotica è diversa dalla narrativa pornografica in quanto le scene di sesso non sono mai fine a se stesse, ma inserite in una dinamica atta a motivare le azioni dei protagonisti. La stesura della trama risulta perciò di fondamentale importanza, perché senza di questa non potrà mai esserci un romanzo. Ma cos’è una trama? Il romanziere Edward Morgan Forster ha descritto la trama, o anche plot, come il rapporto di causa ed effetto che intercorre tra gli eventi di una storia. Secondo Forster, la frase «Il re è morto e poi la regina morì» costituisce una storia, mentre «Il re è morto e poi la regina morì di dolore» è una trama . Un approccio molto comune nella scrittura moderna è quello di prendere carta e penna e buttare giù solo un abbozzo di storia da cui sviluppare a mano libera la trama. Questo modo di procedere però comporta notevoli rischi, in quanto lo scrittore può facilmente lasciarsi andare a troppe digressioni che gli farebbero perdere così il filo del racconto, saltando di palo in frasca senza centrare l’obiettivo. Un romanzo invece richiede concentrazione, specialmente un romanzo erotico che necessita situazioni piccanti sempre diverse. Per evitare distrazioni, un…

Manuale di Tecniche e Strategie di Scrittura Erotica: ora disponibile anche online a un prezzo speciale
I Miei Libri / 22 dicembre 2016

Approfitto di questi giorni di festa per segnalare che il mio nuovo “Manuale di tecniche e strategie di scrittura erotica” scritto in collaborazione con Bottega Editoriale si può acquistare anche online sul sito della Falco Editore a un prezzo speciale: solo €11.50 invece di €14.00 Con tono ironico e spassosi giochi di parole e doppi sensi, il Manuale spiega come fare per creare una trama in cui sesso e personaggi si fondano dall’inizio alla fine, senza cadere mai né nella banalità né nella volgarità. Un elemento cardine della trattazione si concentra sui propri cinque “punti fermi” della scrittura erotica: mai minorenni, mai animali, mai stupri, mai incesti, mai omofobia. Si esamina il linguaggio da utilizzare, sporco, ma non troppo, seguito da un’irriverente lista di parole “zozze”, di ieri e di oggi, e una spiegazione sull’uso dettagliato che si può fare di una bocca troppo loquace e di quei baci che, forse, non sono solo degli apostrofi rosa. Vagina, pene, sedere, bocca… alla fine della lettura, questi termini vi faranno ancora arrossire? Non preoccupatevi, il Manuale pensa anche a questo, regalandovi un pertinente elenco di sinonimi delle parti protagoniste del linguaggio erotico, tutti, neanche a dirlo, documentati e spiegati con minuziosa…