Giada. Un amore colpevole – Pietre Preziose Nr.1 (autoconclusivo)
Hot Romance / 21 settembre 2018

Giada. Un amore colpevole – Pietre Preziose Nr.1 (autoconclusivo) Non ero pronta per lui, ma questo non gli importò.Entrò come un tornado nella mia vita,la stravolse spezzandomi il fiatoe mi rese donna,a dispetto di tutto e tutti.* * *Il giorno del mio diciottesimo compleanno pensai che la vita stesse per sorridermi, lungi dall’immaginare cosa in realtà stesse per serbarmi. Qualcosa più grande di me mi avrebbe presto travolta, scossa alle fondamenta, gettando il mio corpo e il mio cuore in pasto a una persona con l’animo di un lupo selvatico. Per tutti sarebbe stato uno scandalo e una vergogna: nessuno avrebbe compreso, perché nessuno conosceva le molteplici verità che quel lupo era stato così bravo a celare. Forse un cuore, seppur logoro, l’aveva anche lui. E forse, se avessi lottato e ignorato le apparenze, prima o poi lo avrei scoperto. Romanzo autoconclusivo.Attenzione: contenuto per adulti. “Ho adorato tutto di questo libro: la storia d’amore fuori dall’ordinario, i personaggi autentici e lo stile impeccabile, ma soprattutto ipnotico di questa autrice che mi ha legata alle pagine ininterrottamente fino ai ringraziamenti. Se amate provare emozioni intense questo libro fa per voi.”Crazy for Romance “Riesce a rendere pregevolmente sensuale anche il più scabroso…

Ambra. Lui che ama a modo suo – Pietre Preziose Nr.2 (autoconclusivo)
Hot Romance / 14 settembre 2018

Ambra. Lui che ama a modo suo – Pietre Preziose Nr.2 (autoconclusivo) Sapevo essere forte, ma lui lo era sempre di più.Con un sorriso prese in pugno il mio cuoree lo strinse feroce.***Niccolò Aragona, artista chiacchierato, soprannominato dai media “Il Mannaro”, a causa dei soggetti dei suoi dipinti. Per quel che ne sapevo, d’indole dominante. Cristiano Riva, stimatissimo medico e cliente abituale della caffetteria in cui lavoravo. Lo avrei definito anaffettivo.Da uno dei due ricevetti una proposta di lavoro, dall’altro una proposta indecente. Io volevo soltanto il denaro per fare il viaggio dei miei sogni, perciò, anche se un baratro di diversità mi separava dall’uomo che lo avrebbe reso possibile, accettai la sua offerta. Entrai nel suo mondo e giorno dopo giorno in quel baratro ci cascai a piedi pari. Fu lui a trascinarmici e fui io a dargli tutta me stessa senza sapere che ne avrebbe fatto. Fino a quel giorno. Fino a quelle parole. “La penna della Chillon è come un fulmine a ciel sereno: arriva all’improvviso, ti illumina, fa il botto, e ti lascia col cuore a mille.”The Ditry Club of Books “Avevo aspettative altissime su questo romanzo. Anna Chillon non le ha semplicemente soddisfatte… le ha…