Peni su Pokémon Go: così il sexting diventa virale

4 ottobre 2016

Visto l’enorme successo di Pokémon Go, era solo questione di tempo prima che qualcuno sfruttasse
questo giochino per smartphone per il sexting selvaggio. Ma come? Ve lo dico io.
Con il termine sextingderivato dalla fusione delle parole inglesi sex (sesso) e texting (inviare SMS) – s’intende l’invio di testi o immagini sessualmente esplicite tramite Internet o telefono cellulare. Per capirci, un esempio di sexting l’abbiamo quando un tizio per fare il simpatico ci manda su Messenger o Whatsapp, una bella foto del suo pene. E poi un’altra, e un’altra ancora, finché la noia non ci sommerge. Ma se il tizio in questione gioca a Pokémon Go allora è facile che a spuntare dalle mutande ci sia non un pene, bensì un Diglett.

And suddenly a wild Diglett appears…
 

Il Diglett è un Pokémon della Prima generazione di tipo Terra che oggi, grazie a Photoshop, vanta più selfie di Kim Kardashian. E parecchi di questi selfie girano su Twitter, proprio come quelli della Kardashian.
Il Diglett però è molto più fotogenico…
 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *